Organizzare un interrail in poche e semplici mosse

2Shares

Dopo aver scoperto in cosa consiste un interrail, oggi parliamo di come organizzare un interrail senza troppa fatica!

Affronteremo in vari punti la pianificazione del viaggio, a cosa dare precedenza e dove informarsi ulteriormente.

Siete pronti? Si comincia!

organizzare interrail copertina

Big Like per questo articolo se pensi possa essere utile! L’abbiamo scritto con impegno, aiutaci mettendo un mi piace! A te non costa nulla e per noi è una grande gioia! Grazie!

Scegliere uno o più paesi

Decidete se visitare un singolo paese o più di uno.

Questo sarà utile, non solo per decidere quali città andare a toccare, ma anche per capire che tipologia di pass acquistare: se dover scegliere un One Country Pass (un singolo paese) oppure un Global Pass (30 paesi).

Conosci la differenza tra i due pass?

Vi piacerebbe vedere solo la Francia? Oppure vorreste spostarvi dalla Francia alla Germania? Sul sito dell’interrail trovate tutti i prezzi per i vari pass.

Ad Agosto 2017 abbiamo preso un Global Pass perché volevamo, io e Davide, un’esperienza a più ampio raggio. Scoprite il nostro itinerario del 2017!

Non c’è dubbio che anche visitare un singolo Paese sia affascinante, non a caso per Agosto 2018 abbiamo preso il One Country Pass per il Portogallo!

Scegliete anche in base a quanto volete spendere (un One Country potrebbe costare molto meno ovviamente).

Più giorni di viaggio farete più andrete a spendere.

Spesso il sito interrail stesso propone degli sconti, 10% o 15% sui pass, e pubblichiamo ogni offerta sulla pagina dedicata.

Con il Global Pass avete diritto ad uscire ed entrare dal vostro Paese di residenza con i viaggi dedicati, mentre con il One Country no!

Con il Global siamo usciti e rientrati da Milano, mentre per il nostro viaggio di Agosto 2018 per il Portogallo ovviamente abbiamo dovuto prendere l’aereo. Quindi fatevi prima i calcoli su quanto siete disposti a spendere e osservate anche il prezzo degli eventuali voli.

N.B. Dato che i viaggi di entrata e uscita vanno sottratti ai totali che avete a disposizione, nessuno vi obbliga ad usarli per il vostro Paese; potete anche in quel caso prendere i voli e cominciare il viaggio da un Paese lontano!

Inoltre ci sono determinati paesi dove il One Country si estende a più zone: ad esempio è presente il Benelux Pass, dove si ha la possibilità di visitare il Belgio, i Paesi Bassi e il Lussemburgo.

Ma aspettate a comprare il pass! Organizzate almeno una solida base per avere le idee ben chiare.

Quali paesi visitare?

organizzare interrail paesi(Disegnato da Freepik)

Lo step successivo è cominciare a farsi un’idea di cosa voler visitare.

Aprite una mappa e segnatevi i paesi che avete in mente di toccare.

Io inizio usando google maps, anche per segnarmi e avere sotto mano ogni dettaglio.

Non vi nascondo il fatto che ci metto un bel po’ di tempo per arrivare al piano definitivo del nostro viaggio.

Ho cambiato decisioni, treni, e città un sacco di volte per cercare di far funzionare il tutto.

Quindi non scoraggiatevi se all’inizio sembri non funzionare bene l’incastro tra le cose.

Appurato di voler vedere tot paesi, vi consiglio di scriverli tutti su un documento o su maps stesso di modo da non dimenticare nulla.

Successivamente al fianco di ogni paese andate a scrivere, dopo aver cercato informazioni naturalmente, cosa visitare: quali città vi ispirano di più, la distanza da una città all’altra, eventi da non perdere.

Ad esempio per il mio viaggio ho fatto così: la prima tappa è stata la Slovenia.

Ho cercato informazioni sul paese, cosa vedere, festival, parchi e attività.

Ho appurato che ci sono tot interessi per me:
– Lubiana
– Lago di Bled
– Grotte di Postumia
– Parco nazionale del Tricorno

(Le informazioni le ho ricavate dal sito dell’interrail, su google, su TripAdvisor, ecc.. C’è un mondo dietro la ricerca online!)

Fate così per ogni paese che avete appuntato sul foglio, di modo da creare un piccolo scheletro del viaggio.

Successivamente calcolate quanti giorni dedicare alle singole attività che avete segnato, io in media ho calcolato 1 giorno per  ciascun punto.. non di più!

Correte il rischio di farlo diventare un viaggio infinito altrimenti!



Verificare il tragitto dei treni

treno interrailUna volta stilata la lista, verificate che ci siano treni che portino nelle città desiderate e il tempo di percorrenza.

Sul sito dell’interrail trovate a disposizione una sezione di ricerca in cui inserire il tragitto desiderato.

Con quella ricerca potrete verificare il tempo di viaggio, eventuali cambi, la tipologia di treno e se c’è bisogno della prenotazione del posto.

Scopri come cercare i treni adatti!

Non pensate soltanto ai treni, eventualmente!

Se durante le ricerche notate che il treno non arriva alla destinazione, ci mette tanto tempo oppure ha l’obbligo della prenotazione che costa tanto.. provate a cercare altro!

Noi per passare da Cracovia a Breslavia abbiamo preso il pullman alla modica cifra di 2,50€!

In questo modo non solo risparmiamo soldi, ma soprattutto non buttiamo un giorno di viaggio.

Infatti questa tecnica del verificare altri mezzi, se convengono di più, vi permette di non sprecare viaggi che potranno tornare utili per percorsi più lunghi o per allungare il viaggio stesso.

A proposito di convenienza: dopo aver stilato le destinazioni, cercate quanto verrebbe a costarvi l’insieme dei viaggi al posto del pass.

La somma di tutti i biglietti del treno supera il costo del biglietto dell’interrail? Se si comprate tranquillamente il pass, altrimenti o cambiate mete o viaggiate comprando i biglietti singoli!

Prenotare in anticipo gli ostelli?

Innanzitutto va specificato che organizzare un interrail non significa per forza viaggiare in ostello.

Certo, è più un viaggio all’avventura in questo modo.. nulla però vi vieta di scegliere hotel o case.

Noi a metà del viaggio abbiamo prenotato un appartamento in Polonia, per varie ragioni:
– Costa poco
– Un po’ di privacy non fa mai male
– C’è la lavatrice in cui fare il bucato di metà viaggio (si, c’è anche negli ostelli comunque)

Quindi tutto dipende da voi e da quante persone viaggiano insieme: amici, coppie o familiari.

Per come sono io, una maniaca organizzatrice, prenoto sempre tutto prima.

Questo perché comunque partiamo spesso ad agosto, in alta stagione e poi diciamolo.. si risparmia!

A qualcuno potrà sembrare strano, togliere un pizzico di avventura.. magari in qualche viaggio lo faremo!

Dove prenotare?

Nel mio articolo, come organizzare un viaggio low cost, ho già spiegato che tendenzialmente prenoto su due siti:

 Booking, soprattutto se ho intenzione di cercare altro nel frattempo e magari ho desiderio di cancellare la prenotazione gratuitamente.

– Hostel World, se voglio prenotare ostelli. C’è un anticipo irrisorio da dare e se aggiungete la cauzione 2€ c.a. vi rimborsano in caso vogliate cancellare la prenotazione. Attenzione perché non vi ridanno i soldi sulla carta, ma rimangono congelati sul sito per prenotare altri ostelli, entro 6 mesi!

Su Booking, per l’interrail 2017 e anche 2018, ho trovato quasi tutti gli ostelli presenti su Hostel World. Senza dover pagare anticipi o cauzioni, e con la cancellazione gratuita!

Lasciatevi ispirare!



Booking.com

Organizzare un interrail utilizzando l’app!

Siete a conoscenza dell’app del sito interrail? È molto utile, soprattutto per verificare gli orari dei treni. Funziona anche offline nel caso vi troviate all’estero.

Inoltre è presente una sezione Pass Benefits, con una lista di tutti i paesi europei, dove poter trovare numerosi benefici e sconti per chi ha il Pass!

Ad esempio a Vienna e Innsbruck avete diritto al trasposto gratuito sulla linea S-Bahn!

Cercate le vostre mete e risparmiate!

L’app per iOS e Play Store.

Un altro sito utile dove ricercare ulteriori informazioni è Rail cc.

Questi sono i primi passi per organizzare un interrail in modo semplice e immediato.

Per voi è la prima volta, o siete degli assidui viaggiatori di treni?

Raccontateci le vostre esperienze nei commenti!

LEGGI ANCHE: