Come organizzare un viaggio low cost

9Shares

“Come hai fatto a spendere così poco?” 

Spesso e volentieri, amici e conoscenti, mi pongono questa domanda ogni qualvolta riferisco di aver pianificato un viaggio low cost o acquistato un volo/hotel a prezzo stracciato!

In realtà non faccio nulla di più se non.. cercare!
Con un po’ di buona volontà e tempo a disposizione possiamo fare grandi cose!

Percorriamo a grandi linee quelli che saranno i punti base da cui partire per pianificare un viaggio low cost:

  • Il volo, rigorosamente economico
  • L’hotel, con un buon rapporto qualità/prezzo
  • L’organizzazione, altrimenti non andiamo da nessuna parte

Se pensi di non sapere da dove cominciare, allora continua a leggere! Non te ne pentirai!

Big Like per questo articolo se pensi possa essere utile! L’abbiamo scritto con impegno, aiutaci mettendo un mi piace! A te non costa nulla e per noi è una grande gioia! Grazie!

Il volo low cost: dove lo acquisto?

volo low cost

La regola base che mi contraddistingue è: non mi interessa dove volerò, l’importante è farlo low cost! (Nei giusti limiti ovviamente).

Quasi mai ho già un’idea ben in mente su che città andrò a visitare. Il più delle volte vado sui siti delle compagnie aeree e mi lascio ispirare dal momento.

C’è da sottolineare che se a gennaio vedo una certa convenienza a visitare una città di mare, non è detto che andrò li solo perché è poco costosa!

  • Primo step: L’AEROPORTO PIU VICINO E CONVENIENTE

    Informatevi su quali aeroporti sono più vicini alla vostra città e quanto tempo ci vuole per raggiungerli.

    Pensate se è conveniente arrivarci con la macchina, il relativo costo del parcheggio, o se è più comodo prendere il pullman.

    Il mio consiglio è quello di prendere il pullman. È più comodo, e si risparmia! (Tutto dipende anche da quanti siete, qual è la distanza da percorrere e il costo relativo.)

  • Secondo step:  LE COMPAGNIE AEREE (LOW COST)

    Una volta scoperto l’aeroporto (e magari avete già idea della destinazione) cercate quali compagnie aeree sorvolano per la tratta desiderata.

    Se non ne avete la minima idea o volete scoprirne delle altre, andate su un sito aggregatore di voli. Ad esempio Wanderio.

  • Terzo step: IL SITO DELLA COMPAGNIA

    Come ultimo passaggio, è più conveniente andare ad acquistare il biglietto sul sito della compagnia aerea stessa. È più conveniente, immediato e pratico.

viaggio low costN.B. Vi do una dritta!

Se avete già ben presente che città visitare, e avete trovato un prezzo stracciato sul sito della compagnia aerea, fate attenzione prima di prenotare! Controllate dove atterra l’aereo nella città di destinazione.

Questo perché capita che le compagnie low cost atterrino in aeroporti lontani dal centro della città, addirittura in altre città! Di conseguenza andrete a spendere ulteriori soldi per prendere un treno/pullman per arrivare a destinazione.

Vi faccio l’esempio di Parigi: la compagnia aerea Ryanair atterra a Parigi Beauvais, che si trova a ben 80 km dalla città e il pullman non solo impiega 1 h e mezza per arrivarci ma costa anche 30€ a/r! Questo per dirvi che se cercate attentamente, noterete che Easyjet invece atterra anche in città, facendovi risparmiare soldi e tempo.



L’hotel o l’ostello?

hotel low cost
L’eterno dilemma su cosa preferire tra hotel, ostello, casa.

Dipende da che viaggio state per intraprendere, da quanto volete spendere, con chi siete.

  • DOVE PRENOTO?

    Personalmente uso solo 2 siti, e prenoto su uno di essi in base a come farò il viaggio.

    Booking: se ho intenzione di soggiornare in un hotel, rilassarmi, e godermi il viaggio. Inoltre con Booking tendo a scegliere gli hotel con la cancellazione gratis, di modo da avere più tempo per cercare altro più in la nelle settimane, o nel caso trovassi qualche offerta subito dopo!

    Hostelworld: se cerco ostelli, per soggiornare in camerate o camere private. Non è presente la prenotazione gratuita (c’è da dare una caparra), né la disdetta gratuita (a meno che non si aggiunga 2€ alla caparra di modo da poter riavere i soldi ma da utilizzare nuovamente sul loro sito).

  • SCEGLIERE LA STRUTTURA

    Il passo successivo è la scelta della struttura.

    Aiutatevi andando ad aprire la mappa con gli hotel, di modo da aver presente quanto lontano andrete a soggiornare.

    Più lontano andrete, meno costeranno. C’è da valutare anche che poi sarete costretti a prendere diversi mezzi per spostarvi, togliendovi tempo e soldi.

    Inoltre la mappa vi aiuterà a capire se ci sono mezzi vicino alla struttura.

viaggio low cost mapsN.B. Dritta num. 2!

Aprite anche Google Maps nella via dell’hotel che avrete intenzione di prenotare, e visualizzare le mappe in modalità Street view.

Io lo uso spesso per vedere l’hotel in che zona si trova, cosa c’è nelle vicinanze (ad esempio un supermercato o un bar), e per prendere dei punti di riferimento una volta che sarò arrivata in città.

  • CONTROLLO RECENSIONI E SERVIZI

    Una volta scelta la struttura, prima ancora di prenotare, consiglio di leggere le recensioni sul sito di prenotazione e addirittura su Tripadvisor di modo da capire se le foto dell’hotel sono veritiere e se i servizi che offrono sono adeguati al prezzo che propongono.



L’organizzazione prima di partire

guide low cost

Il viaggio affinché sia veramente economico deve essere organizzato in minima parte anche da casa, prima di partire. Questo perché vi permette, non solo di evitare sprechi di tempo una volta che sarete in viaggio, ma anche di risparmiare qualcosina se cercate con attenzione.

  • COMPRATEVI UNA GUIDA:

    Io vado matta per le Lonely Planet, ma ce ne sono tantissime altre valide come quelle della Mondadori o della Routard. Spesso Lonely Planet regala le guide, scoprite quali!

    Se non volete spendere soldi potete spulciare nelle biblioteche comunali, andare al Libraccio a vedere se le vendono usate (io spesso le trovo così, ma attenzione all’anno di pubblicazione!), o guardare sui siti e blog online! Tutti i trucchi per risparmiare in vista di un viaggio.

    Tutto questo vi servirà per farvi un’idea generale, le zone da vedere, le attrazioni e dove mangiare.

    • INFORMATEVI SU DOVE MANGIARE:

      Spesso e volentieri guardo già da casa, almeno in minima parte, dove mangiare.

      Questo perché mi capita spesso di essere in crisi una volta arrivati e non saper dove poter spilucchiare qualcosa, e noi non vogliamo di certo vedere la città a stomaco vuoto!

      Leggete le recensioni su Tripadvisor, e guardate le classifiche dei migliori ristoranti (il primo in classifica non è per forza il più costoso).

      Se volete prenotare già, potete dare un’occhiata a The Fork, è ottimo soprattutto per eliminare la barriera linguistica, non dover spendere soldi per chiamare e non sarete costretti a mandare email di prenotazione sperando in una risposta! The Fork è immediato, a volte ci sono gli sconti, ed è intuitivo; io lo uso spesso in Italia e mi sono sempre trovata benissimo! (Ne ho parlato nel mio articolo sulle migliori App per viaggiare).

    • Se conviene, PRENOTATE MUSEI E ATTRAZIONI:

      Quando leggete le recensioni fate attenzione ai commenti dove consigliano di prenotare i musei da casa, vi assicuro che ci sono stati momenti in cui mi sono maledetta per non aver prenotato online (leggasi: ad Amsterdam per il museo di Anne Frank).

      Non ve ne pentirete! A volte può capitare anche che prenotando facciano degli sconti, non lasciateveli sfuggire! Dopo tutto è sempre low cost il viaggio, o no?

viaggio low cost walkingN.B. Dritta num. 3!

Spesso e volentieri in varie città organizzano dei Free Walking Tour, non lasciatevi sfuggire questa occasione.

Di cosa si tratta? Tour gratuiti, guidati a piedi per le città europee. Possono durare da 1 a più ore, e se siete stanchi potete anche staccarvi dal gruppo senza alcun problema.

Una volta concluso siete liberi di lasciare un’offerta volontaria a seconda del gradimento. I ragazzi sono spesso studenti o persone che lo fanno per passione. A Bruxelles ci ha intrattenuto un ragazzo a cui non importava tanto il guadagno quanto il suo scopo,  imparare e migliorare l’italiano!

 

Siamo giunti alla fine dell’articolo, sperando che vi sia stato utile per capire come organizzare un viaggio low cost. Se avete consigli o dritte lasciate un commento per farcelo sapere!

Manchi solo tu!
Iscriviti alla newsletter per ricevere pdf e news sull'interrail!
Iscrivimi