Home » Blog » Viaggi » Cosa vedere a Budapest: 1, 2 o 3 giorni

Cosa vedere a Budapest: 1, 2 o 3 giorni

7Shares

Avete prenotato un volo alla cieca, oppure vi hanno consigliato di vedere questa meta o ancora, avete intenzione di vederla perché è un posto immancabile dell’Europa in cui andare?

Siete capitati nel posto giusto!

Scopriamo cosa vedere a Budapest!

cosa vedere a Budapest copertina

Budapest è la più bella città del Danubio; una sapiente auto-messinscena, come Vienna, ma con una robusta sostanza e una vitalità sconosciute alla rivale austriaca. Budapest dà la sensazione fisica della capitale, con una signorilità e un’imponenza da città protagonista della storia.

Danubio – Claudio Magris

Poteva mancare una simile bellezza lungo il tragitto del nostro interrail?

Cosa vedere a Budapest in 1 giorno

GIORNO 1:

A mio parere, Budapest è una di quelle città che rende molto di più se è presente il sole, o almeno la luce.. sfortuna vuole che il tardo pomeriggio in cui siamo arrivati stesse diluviando e il giorno dopo fosse anch’essa una giornata poco carina.

Un post condiviso da Sara e Davide 🌏 (@shakethetravel) in data:

Giro con il tram num. 2

Visto il diluvio, abbiamo ben pensato di vedere Budapest dal tram!

Avete letto bene.. prendendo il tram numero 2 potrete ammirare il panorama della città lungo il fiume.

Verrete accompagnati da un’atmosfera suggestiva sulle rive del Danubio con i relativi ponti: il ponte Margherita, il ponte delle Catene, il ponte Elisabetta, il ponte della Libertà e così via.. Inoltre potrete ammirare il Parlamento, le colline di Buda, il Bastiglione del Pescatore.

Che ci sia brutto o bel tempo è un viaggio consigliato,  soprattutto se avete poco tempo a disposizione e non volete perdervi queste meraviglie!

Il tram numero 2 non è un tram speciale turistico, bensì un tram di linea. Vi basterà comprare il biglietto per salire a bordo o se già avete l’abbonamento giornaliero/più giorni andrà più che bene!

Passeggiata sul Danubio

Noi (io e Davide n.d.a.) siamo degli amanti della camminata.. per questo il primo, vero, giorno a Budapest l’abbiamo passato muovendoci solo a piedi.

Il parlamento

Per prima cosa abbiamo preso la metropolitana e siamo arrivati alla fermata Kossuth tér – M2 per ammirare il Parlamento: simbolo della città e meta famosissima.

Non l’abbiamo visto da dentro, anche se consiglio di farlo.. deve essere splendido!

PrezziOrariInfo
IN LOCO:
– Per i cittadini UE è di 2200 HUF (circa 7€)
– Per gli studenti UE è di 1100 HUF (circa 3,50€) (dai 6 ai 24 anni)
– Per i cittadini extracomunitari è di 5800 HUF (circa 18€)
– Per gli studenti extracomunitari è di 2900 HUF (circa 9,50€)
– Sotto i 6 anni è gratis

ONLINE:
– Per i cittadini UE è di 15,00€
– Per gli studenti UE è di 7,50€ (dai 6 ai 24 anni)
– Per i cittadini extracomunitari è di 30,00€
– Per gli studenti extracomunitari è di 15,00€
– Sotto i 6 anni è gratis

Le visite in italiano si tengono tutti i giorni alle 10:15, 13:15, 14:15, 15:30.
– La visita dura circa 45 minuti
– È possibile acquistare i biglietti online sul sito del Parlamento
– Sul sito trovate tutte le domande più frequenti

Un post condiviso da Sara e Davide 🌏 (@shakethetravel) in data:

Le scarpe della memoria

Camminando lungo il Danubio potete ammirare l’opera Scarpe sulle rive del Danubio: ricordano un massacro di cittadini ebrei durante la seconda guerra mondiale.

Queste persone dopo essere state torturate, venivano trascinate sulla riva del fiume e derubate delle proprie scarpe (bene prezioso). Legati a gruppi di 3 persone, la persona nel mezzo veniva immediatamente uccisa e gli altri due venivano trascinati nel fondo del fiume dal peso del cadavere.

60 scarpe, rappresentano un evento tanto crudo quanto vero, realizzato per non dimenticare.

Un post condiviso da Sara e Davide 🌏 (@shakethetravel) in data:

Il ponte delle catene

Proseguendo davanti a voi vedrete l’immenso Ponte delle Catene di una bellezza impressionante.

È il ponte più vecchio di Budapest, inaugurato nel 1849, unì la città di Buda e Pest fino ad allora collegate da un ponte che veniva smontato quando finiva la bella stagione. Di inverno le due città non erano collegate direttamente.

Un post condiviso da Budapest (@budapest_hungary) in data:

Salita sul castello

Camminate fino alla fine del ponte per arrivare ad una piazzola con la possibilità di prendere la funicolare, per arrivare al castello di Budapest. La funicolare parte ogni 5 – 10 minuti dalle ore 7.30 alle ore 22.00.

Noi abbiamo preferito camminare, soprattutto per l’eccessiva fila di persone e per il costo: 1000 fiorini (circa 3,27€) solo andata, o 1700 (circa 5,50€) andata e ritorno.

Comunque la camminata dura 10 minuti e non è una salita troppo ripida, quindi se non avete problemi.. avanti tutta!

Tempo di fare qualche foto dall’alto al panorama, e via!

Alle 12:00 abbiamo osservato il cambio della guardia al castello (non è paragonabile a quello di Londra, ma abbiamo visto cambi di guardia ancora più piccoli di Budapest!).

Scendendo giù, ci si può sedere sulle panchine ad ammirare l’acqua del Danubio che scorre.

Un post condiviso da Sara e Davide 🌏 (@shakethetravel) in data:

Bastione dei Pescatori

Proseguendo la camminata potete ammirare il Bastione dei pescatori: mi sono chiesta cosa fosse un bastione quando siamo arrivati davanti al monumento.. quindi nel caso ve lo stesse chiedendo anche voi, è un elemento difensivo e tendenzialmente è della stessa altezza delle mura (a differenza delle torri).

Dalle torri e dalla terrazza potete godere di un panorama mozzafiato, consiglio di vederlo sia con il sole che di notte.

È composto da 7 torri che rappresentano le sette tribù che si insediarono nel bacino dei Carpazi. Il bastione prende questo nome per via della corporazione dei pescatori che dovevano difendere il tratto di mura durante il Medioevo.

Nelle immediate vicinanze potete osservare la Chiesa di Mattia in realtà chiamata Nostra Signora Assunta della Collina del Castello (per gli amici meglio la prima opzione) e la statua di bronzo di Stefano I d’Ungheria su un cavallo.

Un post condiviso da Budapest (@budapest_hungary) in data:

Noi dopo tutte le salite e discese affrontate, ci siamo rifocillati lo stomaco, rilassati in ostello e abbiamo ripreso lo stesso percorso del mattino sul Danubio per fare una piccola passeggiata.


Cosa vedere a Budapest in 2 giorni

Cittadella e Monumento alla Liberazione

Dopo aver fatto colazione è tempo di mettersi in marcia.

Dato che ci piacciono tanto i panorami, decidiamo di andare a vedere il monumento alla Liberazione situato sulla collina Gellért.

Prima di arrivare al monumento però, bisogna dare la giusta attenzione anche a Cittadella, una fortezza sul lato sul della collina da cui si code di un’ottima vista panoramica.

Provare per credere!

Se siete temerari potete raggiungerla a piedi dal Green Bridge, anche se vi sfido a farlo.. nel caso contrario prendete l’autobus numero 27 che vi porterà a due passi da Cittadella.

Alle vostre spalle noterete un enorme statua.. è proprio il monumento alla liberazione: raffigura una donna alta 14 metri, costruita nel 1947 per festeggiare la liberazione di Budapest dal nazismo grazie all’Armata Rossa.

Un post condiviso da Sara e Davide 🌏 (@shakethetravel) in data:

Liberty Bridge

Scendete giù dalla collina e attraversate il Ponte della Libertà, che non ha nulla da invidiare al Ponte delle Catene.. sono spettacolari entrambi.

Alle due estremità del ponte, da una parte potete trovare le terme Gellért e dalla estremità opposta trovate.. la nostra prossima visita!

Un post condiviso da Sara e Davide 🌏 (@shakethetravel) in data:

Mercato Centrale

Proprio ai piedi del ponte, a pochi passi, c’è il Mercato Centrale, immancabile meta per i turisti.

Se non avete fame, fidatevi di me.. non entrate, non fate lo stesso errore nostro (leggasi con ironia).

Siamo entrati in un martedì mattina alle 11:30 dentro il mercato con l’intenzione di buttare solo un occhio.

Il risultato? Un piatto di Gulasch alle 11:45 grande quanto il mio viso.

Io vi ho avvisato, entrando dentro potreste essere sopraffatti dalle pietanze del luogo!

Rispetta i seguenti orari:

lunedì 06–17
martedì 06–18
mercoledì 06–18
giovedì 06–18
venerdì 06–18
sabato 06–15

Un post condiviso da Sara e Davide 🌏 (@shakethetravel) in data:

Un salto in metropolitana

Se vi capita di prendere la metropolitana (se non fosse così cercate di prenderla almeno una volta) ammirate la linea M1, è la metropolitana più antica dopo quella di Londra, addirittura dichiarata Patrimonio dell’umanità.

Isola Margherita

Lo sapevate che tra le tante cose da vedere a Budapest c’è un’isoletta?

È l’isola di Margherita, considerato il polmone verde di Budapest, dove poter passeggiare in tutta tranquillità. Potete ammirare il piccolo zoo, il giardino giapponese, la fontana a ritmo di musica o tuffarvi nella piscina termale.

A proposito della fontana musicale: allo scoccare di ogni ora per circa 10 minuti la fontana si esibisce in uno spettacolo di giochi d’acqua a ritmo di musica. Ma se volete lo spettacolo ancora più bello dovete tornare la sera alle 21 con il buio, dove sono presenti anche i giochi di luce (oltre a durare di più!).

Per arrivarci con i mezzi pubblici è necessario prendere il pullman 26 e scendere alla fermata Palatinus Strand.

Un post condiviso da Sara e Davide 🌏 (@shakethetravel) in data:

Cosa vedere a Budapest in 3 giorni

GIORNO 3:
Tutti alle terme!

Le terme

Se vi resta ancora un ulteriore giorno sfruttatelo come noi, alle terme!

Le terme a Budapest oltre ad essere famose sono anche una delle attrazioni principali.

Noi siamo andati ad una delle più famose, avendole anche vicino all’ostello: Széchenyi thermal bath.

Un post condiviso da Budapest (@budapest_hungary) in data:

Per me era la prima volta alle terme, anche se la cosa non mi affascinava particolarmente dato il brutto tempo.

Non mi hanno colpito soprattutto per l’alto afflusso di gente e l’acqua che era abbastanza sporca in certi punti.

Lo vedo più come un posto di relax, e tutta quella poltiglia di gente non ha aiutato di certo a rilassarsi (ok ok, lo so, era agosto.. che pretendevo).

Per non parlare del costo, troppo alto per quello che offrivano.

Munitevi di: costume (ovviamente), asciugamano (da stendere sul lettino per rilassarsi), accappatoio (se volete farvi la doccia dopo), shampoo e ciabatte. Se avete un asciugacapelli piccolo che vi siete portati in viaggio, meglio ancora; quello delle terme era di una lentezza mostruosa.. me ne sono andata con i capelli mezzi bagnati.

I prezzi li trovate sul loro sito, per quanto riguarda invece gli orari bisogna fare attenzione.

Se si cerca su google gli orari, per tutti i giorni, sono i seguenti 06:00 – 22:00 (ovviamente sono corretti) ma se entrate dal lato sbagliato vi daranno le cabine con chiusura delle terme  alle 19.

Dovete entrare dal lato dove è situato lo zoo e comprare il biglietto intero e non pomeridiano.


Come sempre ecco la mappa con tutti i luoghi nominati:


Se volete avere più informazioni su Budapest, correte a leggere l’articolo: trovate informazioni su come muoversi, dove abbiamo mangiato e alloggiato!

E voi avete visto Budapest?

Molte persone con cui ne ho parlato me l’hanno descritta con talmente tanto entusiasmo che penso mi abbiano alzato troppo le aspettative!

È una città che rivedrò volentieri.. per darle una seconda possibilità!

Avete visto altre attrazioni in città? Consigliatecele sotto!

Manchi solo tu!
Iscriviti alla newsletter per ricevere pdf e news sull'interrail!
Iscrivimi