Home » Blog » Viaggi » Cosa vedere a Cracovia

Cosa vedere a Cracovia in 3 giorni

21Shares

La Polonia è uno di quei Paesi che mi è rimasto più nel cuore, durante il nostro primo viaggio interrail ed ora è giunto il momento di farvene innamorare  parlando di Cracovia e Breslavia.

Se state cercando cosa fare e vedere a Cracovia in 3 giorni, siete nel posto giusto!

Ogni cosa in Polonia, ogni gesto, ogni accento, parla della passione polacca.

– Giovannino Guareschi

📍 Informazioni su Cracovia

Cosa vedere a Cracovia in 1 giorno

GIORNO 1:
CITTÀ VECCHIA:
– Barbacane
– Monumento a Jan Matejko
– Porta di San Floriano e Via Florianska
– Rynek
– Basilica di Santa Maria
– Statua di Adam Mickiewicz
– Chiesa di Sant’Adalberto
– Sukiennice
– Torre del palazzo comunale
– Eros Bendato
– Collegio Maius
– Palazzo Vescovile
– Chiesa dei santi apostoli Pietro e Paolo
– Chiesa di Sant’Andrea
– Via Kanonicza

Il primo giorno lo dedichiamo totalmente ad un giro della città vecchia, quindi armatevi di scarpe comode e una bottiglietta d’acqua.. perché non avrete tempo per rilassarvi!

Seguite per filo e per segno il percorso proposto (sotto trovare una mappa con il percorso tracciato), di modo da non dover passare da un punto all’altro della città perdendo tempo.

Barbacane

Cos’è questo monumento dal nome strano? È una struttura difensiva che risale al XV secolo, aveva il compito di bloccare gli attacchi dei nemici in prima linea. Con i muri spessi 3 metri è l’unica struttura sopravvissuta perfettamente ai giorni d’oggi! Di stile gotico, è composta da 7 torrette e 130 feritoie usate dagli arcieri e fucilieri.

Oggi è un museo a cui potete accedere se siete curiosi di scoprire la storia delle mura difensive!

OrariPrezziDove
Stagione Estiva (Aprile – Ottobre):
Lunedì – Domenica 10.30 – 18:00
Chiuso il secondo lunedì di ogni mese.

Stagione invernale (Novembre – Marzo):
Chiuso

Ulteriori informazioni sul sito del museo.

Normale PLN 8 (2€ circa)
ridotto PLN 6 (1,50€ circa),
familiare (2 adulti + 2 ragazzi < 16 anni) PLN 16 (4€ circa)

C’è un biglietto condiviso per il Barbacane e le mura difensive.
I biglietti è possibile comprarli al Visitor Centre, Sukiennice, Rynek Główny 1.

Basztowa, 30-547
Kraków,
Polonia

Monumento a Jan Matejko

Collocato accanto al Barbacane questo monumento rende omaggio ad uno dei più grandi pittori polacchi!

Questa statua, dove l’artista è seduto su una larga cornice, è il lavoro di Jan Tutaj ed è collocata proprio dove Matejko passeggiava per andare dalla sua casa alla Accademia di Arte che ora ha preso il suo nome.

Porta di San Floriano e via Florianska

La porta fu eretta nel 1307 ed è ciò che ne rimane delle mura difensive che un tempo proteggevano Cracovia: ai tempi era composta da una cinta lunga 3 km con 8 porte ed un fossato.

Rappresentava (e tutt’ora rappresenta) l’entrata principale della città che porta sulla via Florianska, dove potete (e dovete) passeggiare per ammirare la vita polacca.

Rynek

Proseguite lungo tutta la via Florianska, per poi finire dritti nel cuore della città: al Rynek ovvero la piazza principale di Cracovia! La più grande piazza medievale di tutta Europa (200 x 200 metri) circondata da bellissimi palazzi con nomi e storie uniche.

I monumenti che si trovano nella piazza furono costruiti in età diverse, per questo hanno posizioni diagonali rispetto alla piazza.

Tra i numerosi palazzi caratteristici, potete osservare il palazzo al num. 6 chiamato Szary: secondo una leggenda, re Casimiro il Grande l’avrebbe regalato ad una sua amante di nome Sara.  

Nell’edificio al num. 36 chiamato Pod Krzysztofory (si sfido a pronunciarlo..) abitarono Giovanni Casimiro e Michal Korybut.

Sotto la piazza vi è situato un museo sotterraneo di 4 mila metri quadri che offre esposizioni multimediali per scoprire la città!




Sukiennice

Il mercato coperto è del XIII secolo ma ai tempi era un semplice mercato di stoffe!

Durante il regno di Casimiro il Grande venne eretto un capannone gotico ma fu distrutto nel 1555 durante un incendio. Quando venne ricostruito divenne un edificio in stile rinascimentale decorando con mascheroni.

La forma invece attuale gli fu data nel XIX secolo quando venne ristrutturato nuovamente, con i portici in stile neogotico.

Sulle pareti potete osservare gli emblemi delle famiglie dei commercianti e gli stemmi delle principali città polacche.

Un post condiviso da Sara e Davide 🌏 (@shakethetravel) in data:

Basilica di Santa Maria

Questa basilica fu finanziata nel XIII secolo dagli abitanti di Cracovia, ed è uno dei luoghi più belli di tutta la città.

Se alzate lo sguardo al cielo, potete notare due torri di diversa altezza. Quella più alta è chiamata torre di avvistamento o hejnalica. Giorno e notte dal medioevo, c’era un guardiano che vegliava pronto ad avvistare l’avvicinarsi dei nemici o altri pericoli.

Ogni ora suonava alla tromba una melodia di nome di Hejnał e che divenne il suono musicale della città.

Tutt’ora è possibile sentire un uomo dalla torre che suona in direzione dei 4 punti cardinali, ad ogni scoccare d’ora del giorno e della notte. La melodia però si interrompe quasi subito, perché?

Secondo una leggenda un guardiano nel XIII secolo cominciò a suonare dopo aver visto i nemici avvicinarsi alle mura, ma fu trafitto da una freccia alla gola che interruppe il suono.

L’Hejnał finisce bruscamente per ricordare il momento in cui il guardiano interruppe la melodia.

Inoltre sapete perché le due torri sono di altezza diversa?

Anche qui c’è una leggenda attorno a questa costruzione! Le torri sarebbero state costruite da due fratelli. Il più giovane dei due però si accorse che la sua torre non era alta né bella come quella del fratello. Allora accecato dall’invidia uccise il fratello accoltellandolo. Ma si sa, bisogna fare i conti con i rimorsi.. il giovane ne venne sopraffatto e con lo stesso coltello con cui uccise il fratello si trafisse il cuore, lanciandosi dalla cima della torre. Il coltello potete osservarlo ad una parete del Sukiennice.

Un post condiviso da Sara e Davide 🌏 (@shakethetravel) in data:

Statua di Adam Mickiewicz

Una delle più importanti statue in Polonia, dedicata al poeta ed eroe nazionale, costruita nel 1898 per celebrare il centenario della sua nascita. Fu poi distrutto durante la II guerra mondiale dai nazisti e ricostruito nel 1955.

Le quattro immagini che lo circondano rappresentano la Patria, la Poesia, la Scienza e il Valore (le cose in cui il poeta ha sempre creduto).

I giovani maturandi liceali, 100 giorni prima dell’esame di maturità saltano diverse volte su un solo piede intorno alla statua. Più salti riescono a fare, e più alto sarà il voto all’esame!

(Sarei dovuta andare in Polonia anche io ai tempi della mia maturità..)

Chiesa di Sant’Adalberto

Una delle più antiche chiese, dedicata a Sant’Adalberto patrono della Polonia, che si trova all’angolo della Piazza nel luogo in cui predicava il santo. Piccola chiesa in legno che fu costruita prima della piazza, e fu riedificata nel XI secolo in stile romanico ed una seconda volta in stile barocco.

Nei sotterranei, dove sono conservati i resti della prima costruzione, è ospitata una mostra permanente sulla storia della Piazza del Mercato.

OrariPrezziDove
Aperta dalla 10:00 alle 16:00
Il giovedì dalle 10:00 alle 14:00
Chiusa la Domenica.
Ingresso intero 4 ZL (meno di 1€)
Ridotto 2 ZL (circa 0,50€)
Il lunedì è gratis.
Plac Mariacki, 31-042
Kraków,
Polonia

Torre del palazzo comunale

È l’unica torre che si è conservata nel corso dei secoli. L’edificio fu costruito tra il XII ed il XIV secolo ma poi venne demolito nel XIX secolo per via dei deterioramenti. Alta 70 metri e l’entrata è custodita da due leoni di pietra.

Potete salire sulla torre per ammirare il panorama di tutta la città!



Eros Bendato

Accanto alla torre potete trovare quella che i cittadini di Cracovia chiamano “La Testa”, altro non è che un’opera di Igor Mitoraj chiamata Eros Bendato.

Collegio Maius

Plus ratio quam vis
(Vale più la ragione che la forza)

Questa scritta potete trovarla sulla lapide commemorativa che si trova sulla parete dell’Aula del Collegio Maius. Sede più antica dell’università di Cracovia, costruita nel 1400. Il cortile interno circondato dai portici del XV secolo ha un’atmosfera quasi magica.

Vale la pena farci un salto!

cosa vedere a cracovia collegium maius

Palazzo Vescovile

Il Palazzo Vescovile di Cracovia è legato a Giovanni Paolo II. Quando era Papa si tratteneva al palazzo durante i suoi pellegrinaggi e qui teneva, dalla famosa finestra papale, le udienze informali serali con i pellegrini.

Chiesa dei Santi apostoli Pietro e Paolo

Da fuori potete ammirare la copia delle statue degli apostoli. Da dentro, nel santuario, invece si trova una presentazione del pendolo di Foucalt, il più lungo della Polonia.

Ogni giovedì si svolge una presentazione del pendolo che si trova sotto la cupola, e consente di osservare i movimenti circolari della Terra attorno al proprio asse.

Chiesa di Sant’Andrea

Santuario che risale al XII secolo e rappresenta uno dei più antichi luoghi di culto in Polonia. Fu usata come rifugio e fortezza durante l’invasione tartara. Gli interni sono arricchiti con decorazioni barocche e il pulpito in stile rococò a forma di barca.

Via Kanonicza

È una delle vie più vecchie e fotografate di Cracovia, dove gli edifici anche se di epoca medievale hanno facciate di epoche diverse.

Al num. 17 potete ammirare il il palazzo del Vescovo Erasmus Ciołek, al num. 21 la casa del Decano e al num. 25 la casa di Jan Długosz.

Qui sotto potete controllare il percorso fin’ora fatto!




Booking.com

Cosa vedere a Cracovia in 2 giorni

Se avete a disposizione un altro giorno, è giunto il momento di cominciare la vostra seconda giornata! Scopriamo cosa vedere a Cracovia!

GIORNO 2:
COLLINA DEL WAWEL:
– Castello reale
– Cattedrale

KAZIMIERZ:
– Vecchia sinagoga
– Sinagoga e Cimitero Ebraico Remuh
– Sinagoga di Izaaz
– Tempio della Sinagoga
– Fabbrica Schindler

Castello reale

Il castello del Wawel ha più stili architettonici, romanico, gotico e rinascimentale, per via delle ristrutturazioni e ampliamenti. Avete la possibilità di ammirare varie stanze, appartamenti e torri del castello nel caso voleste immergervi totalmente nel castello!

Dicono che una delle stanze più belle sia la sala Poselska, chiamata anche la sala Sotto le Teste, per via delle teste degli abitanti del Wawel situate nel soffitto (noi non siamo entrati, l’abbiamo solo visto da fuori).

Nel cortile si affacciano gli accessi alle singole mostre: “Gli ambienti della rappresentanza reale”, “Gli appartamenti privati reali”, “La tesoreria e l’armeria”, “L’arte dell’Oriente”.

Sul sito del Wawel trovate tutti gli orari e i prezzi per le singole sale e mostre!

Proprio sotto al castello non potete perdervi, soprattutto se avete dei bambini, Il Drago della Collina del Wawel!

Dato che a noi piacciono molto le leggende, non possiamo non raccontarvi questa del drago.

Avvenne tutto durante il regno di Re Krak, il leggendario fondatore della città. Il drago vagava per la città distruggendo, uccidendo persone e divorando i raccolti. Gli piacevano soprattutto le ragazze, che lo calmavano: così gli abitanti per evitare che facesse danni, lasciavano una volta al mese una giovane ragazza di fronte alla sua caverna. Il Re stufo voleva mettere fine alla storia e promise sua figlia in sposa a chiunque avesse ucciso il drago. Un ragazzo, Szewczyk Dratewka, accettò la sfida: riempì un agnello di zolfo e lo mise davanti alla caverna del drago che, dopo aver sbranato l’agnello, diventò terribilmente assetato e iniziò a bere l’acqua del fiume Vistola. Dopo aver bevuto metà dell’acqua del fiume, il drago esplose, e Dratewka sposò la figlia del Re come promesso.

Potete ammirare il drago che sputa fuoco (realmente!!) ogni 5 minuti.

Cattedrale

La cattedrale è composta da diversi stili: potete ammirare lo scheletro gotico con 19 cappelle di stile gotico, rinascimentale e barocco. Se entrate non perdetevi i sarcofagi di quasi tutti i re polacchi.

Sapete che in questa chiesa si sono tenute la maggior parte delle incoronazioni?

Inoltre salite sulla torre per osservare la campana del famoso re Sigismondo.

OrariPrezziDove
01 gennaio – 31 marzo
lun-sab 9:00-16:00,
dom 12:30-16:00

01 aprile – 31 ottobre
lun-sab 9:00-17:00,
dom 12:30-17:00

01 novembre – 31 dicembre
lun-sab 9:00-16:00,
dom 12:30-16:00

Singolo 12 ZL (2,80€ circa)
Ridotto 7 ZL (1,60€ circa)

Gruppi Intero 11 ZL a persona (2,60€ circa)
Ridotto 6 ZL (1,40€ circa)

Per ridotto si intende: bambini, studenti, insegnanti, pensionati, polacchi.

Ulteriori informazioni le potete trovare sul sito della Cattedrale.

Wawel 3, 31-001
Kraków,
Polonia


Kazimierz

Qui ci spostiamo nel quartiere ebraico, istituito nel XIV secolo da Casimiro il Grande, ai tempi una città a se stante assorbita dalla città di Cracovia nel XIX secolo. Divenne una zona abbandonata dopo la seconda guerra mondiale, ma piano piano si sta riprendendo.

Consiglio di vedere ai più interessati le varie Sinagoghe, tra cui: La vecchia sinagoga, Sinagoga e Cimitero ebraico Remuh, la Sinagoga di Izaak, il tempio della sinagoga.

Inoltre potete trovare in zona la Basilica del Corpus Domini (una delle più grandi chiede di Cracovia, con vari stili architettonici dal gotico, al rinascimentale, al barocco), la chiesa di Santa Caterina e Santa Margherita e per finire il Monastero Paolino sulla collina di Skalka (santuario risalente al X secolo).

Fabbrica di Schindler

Inoltre nel quartiere, in via Lipowa 4, negli edifici della vecchia Fabbrica di Schindler potete trovare il Museo Storico di Cracovia – Fabbrica di Smalto di Oskar Schindler che ospita la mostra Cracovia durante l’occupazione del 1939 – 1945.

OrariPrezziDove
Da aprile a ottobre:
Lunedì: dalle ore 10:00 alle 16:00
Da martedì a domenica: dalle ore 10:00 alle 20:00

Da novembre a marzo:
Lunedì: dalle ore 10:00 alle 14:00
Da martedì a domenica: dalle ore 10:00 alle 18:00

Adulti: 21 PLN (circa 5€)
Studenti: 16 PLN (circa 3,80€)
Lipowa, 4
Kraków,
Polonia

 



Cosa vedere a Cracovia in 3 giorni

Come ultimo giorno, abbiamo passato la nostra giornata ad Auschwitz.

Nel pomeriggio, rientrando verso le 16/17, ne abbiamo approfittato per andare al Bagry Lake: prendendo il tram 24 e poi il pullman 128, in mezzora siamo arrivati al “lago”.

Abbiamo preso il biglietto dei mezzi pubblici a 15 zloti (3€ e qualcosa, circa) per 24 h, per sfruttarlo la mattina dopo alla partenza.

Scopri più informazioni sui mezzi pubblici!

Se volete avere più informazioni su Cracovia, correte a leggere l’articolo: trovate informazioni su come muoversi, dove abbiamo mangiato e alloggiato!

Volete una guida da poter portare con voi in viaggio? Allora è il caso di prendere una Lonely Planet, o un’altra marca a seconda dei vostri gusti.

Poco tempo a disposizione e tante cose da vedere? Prenotate un tour con Get Your Guide! 😍⤵

Nel frattempo vi ringrazio per essere rimasti con noi fino alla fine dell’articolo! Avete altri posti da consigliare? Cose da non perdere assolutamente a Cracovia? Fatecelo sapere in un commento!

Manchi solo tu!
Iscriviti alla newsletter per ricevere pdf e news sull'interrail!
Iscrivimi